top of page
  • Immagine del redattoresavignanochiara

"La Versione di Fiorella" a Montecatini: felicità condivisa sopra e sotto al palco

Terzultima data del tour di Fiorella Mannoia iniziato in primavera nei teatri e proseguito in estate nelle piazze italiane


Fiorella Mannoia sul palco a Montecatini
Fiorella Mannoia in concerto al Teatro Verdi di Montecatini

Terzultima data del tour "La Versione di Fiorella"a Montecatini

Un teatro sa regalare un’atmosfera spontanea, naturale, con un pizzico di quella magia tipica dei momenti di attesa vissuti da bambini. E al Teatro Verdi di Montecatini si è ripetuta quella magia non appena il sipario si è aperto e le prime note hanno iniziato ad espandersi nell’aria.

Teatro, musica, canzoni, emozioni. Che mix perfetto! Un mix che ha ripagato la grande l’ansia di non arrivare in tempo, il traffico, le tre regioni attraversate nel giro di 48 ore per più volte al giorno.

Questa volta ho assistito alla terzultima data della tournée di Fiorella Mannoia intitolata “La Versione di Fiorella” con un po’ di malinconia (perché le date finali di un tour un po’ di malinconia la lasciano anche a chi ha seguito già altri concerti in stagione) ma con la felicità di esserci in quel teatro, in quel contesto di festa, in quel preciso istante quando tutto inizia e vorresti che non finisse mai.

Le emozioni a Montecatini tra palco e platea

Premessa: non racconterò il concerto in modo tradizionale - per un racconto un po’ più approfondito in base a quello che ho sentito potete, se vi va, leggere altri articoli che ho scritto qui, qui e qui - ma vorrei ripercorrere le emozioni che le persone intorno a me sono riuscite a trasmettermi grazie alla loro spontaneità nei gesti, nelle parole e nelle espressioni.


Già all’esterno del Teatro Verdi si percepiva un alto grado di adrenalina, merito di un gruppetto di ragazze entusiaste nell’assistere di lì a poco al concerto di Fiorella. E quel supplemento di sana adrenalina è arrivata anche a me, nonostante lo spettacolo lo avessi visto più volte. Però ogni volta è diverso, ogni volta si coglie uno spunto nuovo, ogni volta si matura un particolare magari ignorato o non colto in pieno la data precedente.

L’ultima data alla quale avevo assistito era stata al Teatro Romano di Verona a inizio settembre e lì posso ammettere di aver vissuto qualcosa che forse - e dico forse - nemmeno l’Arena di Verona mi ha mai fatto vivere così intensamente. (Magari, chissà, l’anno prossimo sarebbe bello poterlo rivivere un concerto proprio lì perché la cornice in cui si è svolto per storia, atmosfera, energia ed emozione è stato qualcosa di unico).

Ritorno alla felicità sotto al palco

Torniamo, però, a Montecatini. Il concerto al Teatro Verdi lo vorrei ricordare come il concerto del ritorno alla felicità condivisa sotto al palco. Una condivisione fatta di canzoni, balli, felicità, simbiosi con l’artista. Una condivisione spontanea nata sulle prime note di “Siamo ancora qui”, brano che ti porta a cantare e ballare senza ombra di dubbio.

Vedere ragazzi e ragazze, donne e uomini lì sotto al palco mi ha reso felice. Dietro di me ho avvertito un “dai, andiamo”, pronunciato da una signora seduta in platea assieme alle sue amiche. Detto fatto, nel giro di pochi secondi erano felici sotto al palco a godersi il momento.

Bastava incrociare i volti e gli sguardi di chi era lì per rendersi conto che in quei momenti la quotidianità, con i suoi alti e bassi, aveva lasciato spazio alla spensieratezza. È la dote della musica. Quella musica che unisce, che regala ricordi e che ti accompagna nel tempo.


Ma non è finita qui. Dalla spensieratezza alla riflessione, agli occhi lucidi sopra e sotto al palco durante le interpretazioni di “Povera Patria” e “Generale”. Sguardi fissi a seguire ogni parola, ogni accetto marcato da Fiorella.

Parole, pensieri, concetti più attuali che mai che non spingono alla riflessione sia durante l’esibizione che dopo, quando l’ultima nota lascia spazio al silenzio.


Si chiude il sipario su Montecatini. A breve si chiuderà il sipario sulla tournée “La Versione di Fiorella” nell’attesa di poter condividere nuovamente attimi di felicità sopra e sotto al palco.

16 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

コメント


bottom of page